farisei Arabia

KING SALMAN SHARIA SAUDI RABBIA ] [ se, il tuo demonio Allah,  lui non era così assassino seriale? io lo avrei lasciato stare! ADESSO ANDRò ALL'INFERNO A SOFFOCARLO, ECCO PERCHé VOI SOFFECHERETE TUTTI INSIEME A LUI!
=====
KING SALMAN SHARIA SAUDI LA RABBIA ] è vero che i livelli più bassi della PIRAMIDE massonica sono quelli che vengono sacrificati, e che Israele dovrebbe morire molto prima di te! MA, SOLTANTO TU NON SAI CHE SONO IO CHE IO HO PRESO IL CONTROLLO DEL NWO... E PERCHé 322 KERRY NON TE LO HA DETTO?
=====
OVVIAMENTE ANCHE IO SONO UN SIONISTA CRISTIANO IO CONDIVIDO QUESTI OBIETTIVI, ANCHE SE NON RITENGO CHE UNO STATO MASSONICO COME ISRAELE, POSSA RAPPRESENTARE IL VERO ISRAELE DELLA BIBBIA! ECCO PERCHé PER SALVARE ISRAELE BISOGNA DISTRUGGERE LA FED, SPA FMI, SPA BANCHE CENTRALI DEVONO MORIRE! LA SOVRANITà APPARTIENE A DIO ED AI POPOLI! IO SONO IL MESSIA RE DI ISRAELE! OVVIAMENTE, ANCHE IO SONO ISCRITTO ALLA MAILIST DI CUFI E CONDIVIDO AL 100% I SUOI OBIETTIVI ]Pubblicato da BOJS - LION OF YAHUDA mercoledì 11 aprile 2012 .. John Charles Hagee (nato il 12/4/1940) è il fondatore americano ed il capo storico della Cornerstone Church di San Antonio, in Texas, una mega chiesa carismatica con più di 19.000 membri attivi. Egli è anche il direttore esecutivo di una corporazione no-profit chiamata Global Evangelism Television (GETV) oltre che presidente e direttore della "John Hagee Ministries", che trasmette via radio e televisione negli USA su 160 stazioni televisive e 8 network – inclusi The Inspiration Network (INSP), Trinity Broadcasting Network (TBN), e Inspiration Now TV. Le sue trasmissioni arrivano settimanalmente in 99 milioni di case, e non solo in America ma anche in Africa, Europa, Australia, Nuova Zelanda e gran parte delle nazioni del Terzo Mondo. Pur professando le tradizionali dottrine pentecostali come il "battesimo dello Spirito Santo", la "assoluta autorità delle Scritture", il battesimo per immersione e l’evangelismo, Hagee ha creato un significativo dibattito all’interno della Cristianità ufficiale per via delle sue controverse convinzioni e dei suoi commenti a proposito di Israele.
Nel febbraio del 2006, Hagee ha ridato vita ad un movimento incentrato sul sostegno al Sionismo. Ha invitato i leader cristiani d’America ad unirsi a lui in questa nuova iniziativa. Più di 400 leader, ognuno di essi in rappresentanza di una diversa denominazione, mega-chiesa, ministero mediatico o università cristiana hanno manifestato il loro appoggio, ed è stata così creato il movimento CUFI = Christians United for Israel. In realtà il movimento fu originariamente fondato da David Lewis nel 1992. Dopo un periodo di stasi, Hagee chiese ed ottenne da Lewis il permesso di usare lo stesso titolo per la sua organizzazione. Basata in San Antonio, Texas, la CUFI ha come missione la necessità di stabilire più forti legami tra le denominazioni cristiane d’America e lo stato di Israele.
Oggi CUFI è la più vasta organizzazione pro-Israele esistente negli USA, con più di 900.000 membri. CUFI sostiene di trovare le proprie giustificazioni nella Bibbia cristiana. Sotto la leadership di Hagee, fornisce una struttura nazionale attraverso cui chiese, organizzazioni parareligiose e semplici individui possono sostenere Israele sia politicamente che finanziariamente. CUFI sostiene che durante l’Olocausto, troppi cristiani sono rimasti in silenzio e che i cristiani attuali devono esprimere il loro sostegno ad Israele e proteggere dal prossimo olocausto i 6 milioni di Ebrei in Israele: "Stavolta dobbiamo fare la cosa giusta. La nostra fede ce lo richiede. I tempi ce lo richiedono. Il silenzio non è più un opzione." Poichè il territorio oggi noto come Israele, Gaza e la West Bank fu governato dai Turchi Ottomani prima della 1° guerra mondiale, poi controllato dagli Inglesi, e infine spartito per mandato delle Nazioni Unite, Hagee sostiene che la terra non appartiene agli Arabi, e che il nome "Palestina" (derivato da quello degli antichi Filistei) fu imposto dall’imperatore romano Adriano per punire gli Ebrei per la loro rivolta contro l’impero romano.
Il "fondamento biblico" della posizione del CUFI
Gli appartententi al CUFI sostengono di trovare il fondamento delle proprie posizioni nelle Scritture citate qui di seguito. "Benedirò quelli che ti benediranno e maledirò chi ti maledirà, e in te saranno benedette tutte le famiglie della terra" (Genesi 12:3)
Nella loro lettura, Eloah avrebbe promesso di benedire ogni uomo o nazione che abbia benedetto il popolo eletto. La storia proverebbe fuori da ogni dubbio che le nazioni che hanno benedetto il popolo ebraico hanno ricevuto la benedizione di Eloah, mentre quelle che lo hanno maledetto sono state maledette.
Paolo scrive in Romani 15:27 che "se gli stranieri sono stati fatti partecipi dei loro (=degli Ebrei) beni spirituali, sono anche in obbligo di aiutarli con i beni materiali".
La cristianità dunque avrebbe quindi un debito di eterna gratitudine verso gli israeliti per il loro contributo alla nascita della fede cristiana. Lo stesso Messia ha detto: "La salvezza è degli Ebrei!" (Giovanni 4:22). Il popolo ebraico ha dato alla cristianità:
a) le Sacre Scritture
b) i Profeti
c) i Patriarchi
d) Maria, Giuseppe e Yahushua di Nazareth
e) i Dodici Apostoli
f) i Discepoli
Mentre i cristiani cercano di negare il legame tra Yahushua di Nazareth e gli ebrei del mondo, lo stesso Yahushua non ha mai negato la propria appartenenza al popolo ebraico. Ebreo di nascita, fu circonciso all’età di otto giorni secondo la tradizione ebraica, ebbe il suo Bar Mitzvah al tredicesimo compleanno, indossò il velo da preghiera che Mosè aveva comandato a tutti gli ebrei di indossare, morì in croce sotto l’iscrizione "Re degli ebrei".

Yahushua considerava gli ebrei la sua famiglia. "In verità vi dico che in quanto lo avete fatto a uno di questi miei minimi fratelli (gli ebrei. I pagani non furono mai chiamati suoi fratelli), l'avete fatto a me" (Matteo 25:40)
"Pregate per la pace di Gerusalemme! Quelli che ti amano vivano tranquilli." (Salmo 122:6) Sempre secondo la logica del CUFI, il motivo per cui Yahushua sarebbe andato a casa del centurione Cornelio a Cafarnao per guarire il suo servo moribondo, fu il fatto che costui era considerato un benefattore del popolo ebraico.
"Perchè ama la nostra nazione ed è lui che ha costruito la sinagoga." (Luca 7:5)
Il messaggio sarebbe che questo pagano meritò la benedizione di Eloah per avere amato la nazione ebraica e fatto qualcosa di pratico in suo favore. E ancora: perchè Eloah avrebbe scelto la casa di Cornelio di Cesarea come prima casa pagana a ricevere l’annuncio della Buona Notizia e lo Spirito Santo? La risposta sarebbe contenuta in Atti 10. "Quest'uomo era pio e timorato di Eloah con tutta la sua famiglia, faceva molte elemosine al popolo e pregava Eloah assiduamente." (Atti 10:2)
A quale popolo Cornelio faceva le sue elemosine? Al popolo ebraico. La stessa cosa è ripetuta in Atti 10:4 e Atti 10:31, cioè per ben tre volte nello stesso capitolo. Tutte queste Scritture dimostrerebbero quindi che la prosperità (Genesi 12:3 e Salmo 122:6),la guarigione (Luca 7:1-5) e il dono dello Spirito Santo furono concessi a coloro tra i pagani che avevano benedetto il popolo e la nazione di Israele in maniera materiale.
Il sostegno di CUFI ad Israele deriva anche dal fatto che tutte le altre nazioni furono create dall’uomo, mentre solo Israele fu creata da Eloah! (Genesi 12:1-3, 13:14-18, 15:1-21, 17:4-8, 22:15-18, 26:1-5 e Salmo 89:28-37).
La storia del Sionismo cristiano
Il Sionismo può essere definito come: "il movimento nazionale a favore del ritorno del popolo ebraico nella sua terra e la restaurazione del dominio ebreo nel territorio di Israele". Nella sua forma più elementare, il termine "Sionismo cristiano" significa il sostegno cristiano al Sionismo. I sionisti cristiani credono che Eloah abbia una permanente "relazione speciale" ed un "patto inscindibile" con il popolo ebreo, al di fuori della chiesa, e che il popolo ebraico abbia un diritto divino al possesso della terra di Israele/Palestina.
Tutto ciò è basato su una misinterpretazione letterale e futurista della Bibbia, e sulla convinzione che le profezie dell’Antico Testamento riguardanti il popolo ebraico si stiano realizzando ai nostri giorni ed attraverso l’attuale Stato secolare di Israele.
I cristiani sionisti sono quindi difensori e apologeti dello Stato di Israele, il che presuppone la giustificazione dell’occupazione ebraica e degli insediamenti nella Striscia di Gaza, nel Golan e nella West Bank su una base biblica. Il Sionismo cristiano ebbe la sua origine tra i Protestanti in Gran Bretagna, e più tardi tra quelli statunitensi. Nel 1621, il parlamentare inglese Sir Henry Finch scrisse "The World's Great Restoration", un libro in cui incoraggiava le rivendicazioni ebree della Terra Santa. Accampato fuori Acre nel 1799, Napoleone fece un proclama in cui prometteva di restituire la Palestina agli ebrei. In seguito il sostegno cristiano si spostò di nuovo in Inghilterra, dove i suoi seguaci inclusero Lord Lindsay, Lord Shaftesbury Lord Palmerston, Lord Manchester, George Eliot, Holman Hunt, Sir Charles Warren, Hall Caine e altri tra cui il ministro Disraeli (ebreo di nascita ma battezzato nella Chiesa Anglicana in giovane età).
Fu Lord Shaftesbury a dire: "C’è un’identità indistruttibile tra razza ebrea e mente ebrea che prosegue fino ai nostri giorni; ma la grande rinascita può avere luogo solo in Terra Santa". A lui è anche attribuita la frase: "Una terra senza una nazione per una nazione senza una terra", che più tardi divenne uno slogan del Sionismo. Pur riconoscendo il diritto degli attuali Palestinesi al possesso di un territorio accanto ad Israele, bisogna ammettere che storicamente i Palestinesi non furono diversi da altri popoli arabi sotto l’impero Ottomano. Più tardi, sotto il controllo britannico della Palestina, alcuni di questi sarebbero divenuti Giordani, ed altri Palestinesi, senza distinzione a quel tempo. ] TRATTO DA [ LA RELIGIONE A DIFESA DEL SIONISMO OCCULTO: IL LATO OSCURO DELLA CRISTIANITA' http://intermatrix.blogspot.it/2012/04/la-religione-difesa-del-sionismo.html
==============
CIRCA: Sionismo cristiano, derivante dalla STRONZATA DELLA corrente teologica detta Dispensazionalismo. si deve riconoscere la assoluta ignoranza teologica di queste persone, che, non conoscono Dio, e non capiscono come Dio non ragiona secondo schemi religiosi, quindi tutti possono essere santi al di fuori della religione, se ascoltano la voce di amore di Dio nel loro cuore! Dio sarebbe ingiusto ( quindi la ingiustizia dichiarerebbe Dio come non esistente ), se, rifiutasse la salvezza ad un pio e pacifico musulmano, ecc.. anzi gli angeli cantavano a Betlemme: "pace in terra a tutti gli uomini di buona volontà!" ecco perché farisei e islamici vanno all'inferno, perché loro fanno del razzismo su base religiosa, appunto negando la giustizia di Dio!
===========
tutto satanismo massonico del talmud! non esiste Eloah, ma esiste JHWH ] POI, SOLTANTO IO: IL RE DI ISRAELE MESSIA, IO SOLTANTO, IO POSSO DECIDERE DOVE COSTRUIRE IL TEMPIO EBRAICO, MA, NON LO POSSO FARE ADESSO, Perché, IO NON MI SONO ANCORA CONSULTATO CON IL MIO FRATELLO SALMAN KING SAUDITA .. MA SE DOVRò DECIDERE LA COSTRUZIONE DEL TEMPIO EBRAICO SENZA DI LUI? LUI Dovrà MORIRE! [ Hiram Abiff, insegna la Massoneria, era l’unico in terra che conoscesse ‘i segreti di un Maestro Massone’, incluso il segreto più importante di tutti, ’la Grande Parola Massonica’, il nome di Eloah (il ‘nome ineffabile’). Questo Hiram aveva promesso di rivelare tutti questi segreti una volta ultimata la costruzione del Tempio, e di rendere gli stessi Muratori dei Maestri Massoni, capaci di essere loro stessi Maestri (poichè al momento erano solo ‘fratelli’).
=============
#Primo Ministro Benjamin #Netanyahu. ] UN KING VERO SI Può UCCIDERE, MA, NON SI Può ADDOMESTICARE! ] LO SAPEVO CHE SAREBBE ANDATA A FINIRE MALE! [ Secondo le Scritture, nella battaglia di Armageddon l’Anticristo radunerà tutti gli eserciti della terra in una battaglia finale di opposizione al ritorno del Messia Yahushua. In quel momento il trono dell’Anticristo sarà proprio a Gerusalemme. Autori come Henry Makow e Texe Marrs credono che questo piano risale al tempo in cui gli Ebrei Bolscevichi Edomiti finanziarono l’ascesa al potere di Hitler per creare le condizioni utili a stabilire la loro Nazione di Israele per il governo degli Illuminati, e che questa sia la vera genesi dell’olocausto nazista. Essi credono che dietro l’olocausto ci furono proprio gli Ebrei Edomiti, perchè la loro intenzione è sempre stata quella di sterminare gli Ebrei fedeli alla Torah e di stabilire in Israele una Nazione per gli Ebrei seguaci del Talmud Babilonese.
Le prove suggeriscono che è questo ciò che abbiamo oggi: un dominio degli Ebrei apostati seguaci del Talmud, che sostengono l’agenda del Nuovo Ordine Mondiale e degli Illuminati per predisporre il paese al dominio dell’Anticristo. Possibile che gente del calibro di John Hagee ed altri fondamentalisti cristiani siano così sprovveduti da non comprendere più in profondità i piani degli Illuminati? Ad esempio, lo sa Hagee che Benjamin Netanyahu fa parte di una importante loggia massonica il cui obiettivo teologico e strategico messianico non ha niente a che vedere con quello della Bibbia in cui Hagee professa di credere?
Il Primo Ministro Benjamin Netanyahu ha dichiarato pubblicamente (nella rivista israeliana Shishi, primavera 1994) che fu introdotto nella loggia massonica durante il suo soggiorno negli Stati Uniti. Il quotidiano "La Repubblica" ha confermato che l’ex primo ministro Yitzak Rabin fu attivo nella Massoneria, e stima che ci siano almeno 4.000 massoni in Israele, divisi in 76 logge.
La maggior parte dei giudici e delle figure religiose in Israele sono legati alla Massoneria.
Inoltre, l’Università Ebraica di Israele finanziata dai Rothschild ha eretto un obelisco egiziano, simbolo della Massoneria, nel suo cortile, e all’interno della nuova Corte Suprema Israeliana c’è una biblioteca di legge progettata in forma di piramide. Per non parlare del controverso memoriale massonico che sorge in mezzo all’unica strada che conduce da Eilat a Taba, sul confine egiziano. Come al solito, il simbolismo ha un ruolo fondamentale in questa organizzazione. Le due colonne rappresentano i due pilastri del Tempio di Salomone. Erigere un simbolo come questo su un confine strategico di ingresso in Israele è qualcosa che i massoni hanno fatto perchè si sentono ben saldi alle redini del potere e vogliono ostentarlo all’esterno. http://intermatrix.blogspot.it/2012/04/la-religione-difesa-del-sionismo.html
===============
Dobbiamo chiudere un occhio su tutto? ] IO NON ACCETTERò NESSUN INCARICO SENZA POTER DISTRUGGERE: SISTEMA MASSONICO, SISTEMA BANCHE CENTRALI E SHARIA! [ Non sarebbe forse meglio che Hagee ed i suoi pari passassero più tempo ad avvertire la nazione di Israele della totale apostasia in cui è precipitata? O ad ammonire i leader israeliani ad abbandonare i patti che hanno stretto con la Massoneria e la Cabala per tornare all’Eloah dei loro padri? I cristiani pro-sionismo devono continuare a ignorare che i fondi che stanno raccogliendo a sostegno di iniziative come la restaurazione del sacerdozio levitico vengono in realtà usati da gruppi massonici per costruire un Tempio che con il sacerdozio levitico non ha nulla a che fare, ma incarna piuttosto quella che Yahushua chiamò: “abominazione della desolazione”? Come fanno gli studiosi di profezie bibliche a vedere solo una faccia della medaglia? Il motivo è l’inganno!
La Massoneria cavalcherà l’onda del fervore religioso per i suoi propositi, e per portare avanti i suoi piani, cioè coinvolgerà i gruppi cristiani – convinti di fare la volontà di Dio sostenendo Israele – ma ignari che il loro silenzio sulla grande apostasia di Israele favorirà il compimento del disegno massonico, l’avvento di un FALSO MESSIA che tutti crederanno il vero.
Ma allora sarà troppo tardi, perchè JHWH si servirà di questo per compiere il suo giudizio su Israele E IL MONDO INTERO per il suo patto con la morte, e riportare TUTTO L'UNIVERSO alla consapevolezza di chi Egli è davvero: La vostra alleanza con la morte sarà annullata, e il vostro patto con il soggiorno dei morti non reggerà; quando l'inondante flagello passerà, voi sarete da esso calpestati. (Isaia 28:18)
========
L'account NoahTheNephilim è stato chiuso perché abbiamo ricevuto diversi reclami di terze parti relativi a violazioni del copyright riguardanti materiale postato dall'utente.
=======
Obama Calls Iran deal Opponents 'crazies'; US Rep blasts Secret 'Backroom Deals' ] As the vote on Iran in Congress nears, President Obama appears to be under a lot of pressure to have the accord approved, in order to secure his legacy. After a vacation at Martha’s Vineyard, President Barack Obama returns to Washington to face off with the opponents of his nuclear accord with the Islamic Republic. Speaking to Senate Minority Leader Harry Reid, Obama reportedly described those who oppose the Iran deal as “the crazies.” Obama also said of himself that after the two-week vacation, he is “refreshed, renewed, recharged — a little feisty,” according to Politico. Obama told guests at a Democratic fundraiser near Las Vegas late Monday that he and Senate Democratic leader Harry Reid of Nevada had spent time “figuring out how we are going to deal with the crazies in terms of managing some problems.” A White House spokesman later went to pains to explain Obama’s seemingly improper remark. White House spokesman Eric Schultz said on Tuesday Obama may have been “a little too flip” with his language, and adds that the president and Reid had discussed the legislative challenges they expect to face in the fall. “He may have been a little flip, but his bottom line is that if you take a step back, as he was during vacation, and take a look at what some Republicans float in Washington,” Schultz said, “he thinks those are reckless steps.” Schultz claims Obama was not talking about opponents to the Iran deal. However, some analysts suggested Obama was labeling opponents of the Iran nuclear deal as “crazies.” Opponents to the deal did not remain silent. “That incendiary rhetoric cheapens our political discourse and ignores the real concerns that Americans of all political persuasions have about the implications of this far-reaching deal,” Congresswoman Diane Black (R-Tenn.) said in a statement Tuesday morning.
Getting the Iran deal approved by Congress will be one of Obama’s major challenges in September, when Congress is set to vote on the approval of the deal. Democratic leader Senator Chuck Schumer stated he is against the deal, as are a number of other Democrats. Obama has been campaigning vigorously to garner support for the deal, which is perceived as the crown jewel of his foreign policy, but which has been consistently losing public support.
Reid himself expressed his support of the deal. By: Max Gelber, United with Israel
AP contributed to this report.
==================
è chiaro, Obama ha bisogno di tutti i nazisti sharia Islamici, genocidio teologia della sostituzione, allah Akbar, per uccidere le civiltà umanistiche emergenti di Russia e Cina! NESSUNO A QUESTO PUNTO Può DUBITARE CHE ROMA, GERUSALEMME MADRID E PARIGINI SONO PREDESTINATE A DIVENTARE UN CALIFFATO! e quello che per me rende folle questo progetto del Talmud, è il fatto che gli islamici, accettano questo dono dai farisei sacerdoti di satana con animo grato, perché loro pensano che il loro Dio, troverà un modo miracoloso per uccidere il NWO! ma, se anche un asteroide disintegrasse gli USA? quello che rimane sarebbe sufficiente ad annientare ogni forma di vita, comunque! QUESTA SFIDA TRA ISLAMICI E FARISEI NON è QUALCOSA CHE PREVEDE UN FUTURO PER IL GENERE UMANO!
==============
Policy to Annihilate Israel Has Not Changed, Says Iranian Official ] OVVIAMENTE, tutti i cristiani biblici fondamentalisti come me, che sostengono Israele con tutto il loro cuore, sono in perfetto accordo con IRAN, infatti, Israele non potrebbe mai essere una falsa democrazia massonica senza sovranità monetaria! IO NON PREVEDO UNA MONARCHIA POLITICA, PER ISRAELE, IO PREVEDO UNA MONARCHIA SIMBOLICA EDUCATIVA!
MY JHWH ] non mi piace questa storia, che i rabbini debbano vivere alle mie spalle: DI RENDITA SUL TESORO DEL MIO PENSIERO METAFISICO! lo vedi? loro ricopiano i miei concetti per generare un nuovo Israele nelle loro istruzioni, ma, di restituire il signoraggio bancario ai popoli? NON NE VOGLIONO SENTIR PARLARE quelle troie!
nazismo e fascismo sono ideologicamente un crimine, UN CRIMINE DI POCO INFERIORE AL NAZISMO della sharia che ha la aggravante di essere dogmatico religioso (infatti tutti gli islamici approvano in cuor loro il genocidio di tutti gli israeliani), tuttavia, quello che hanno di più nobile è stato di avere sconfitto la massoneria, e la usura ebraica mondiale! CHE POI, FU QUESTA LA VERA CAUSA DELLA GUERRA, Perché I FARISEI ENLIGHTENED PERSEGUONO ANCORA IL LORO SOGNO DI CONQUISTA DEL MONDO ATTRAVERSO LA NATO ED IL REGIME MASSONICO BILDENBERG! ] [ SYDNEY, 28 AGO - E' morto a 101 anni Paul Royle, uno degli ultimi due sopravvissuti della celebre fuga da un campo nazista, nota come The Great Escape, immortalata nel film del 1963 di John Sturges con Steve McQueen tra i protagonisti. In una fredda notte del 1944, settantasei avieri fuggirono dal campo di Stalag Luft III, in Polonia, dopo aver scavato sotto il campo un tunnel profondo 10 metri e lungo 110. Solo in tre riuscirono a mettersi in salvo. Gli altri catturati e 50 fucilati su ordine di Hitler.
===============
ciao Lorenzo, Ecco un aggiornamento sui tuoi progressi nella scorsa settimana:
ai Capi di Stato: salviamo le vittime dal nazismo della Sharia
Sintesi: 1
totale firme // 0 da email / 0
da Facebook / 0 da Twitter
Questa settimana:
0 firme // 0 visualizzazioni della petizione
Puoi raggiungere il tuo obiettivo di 200 solo con altre 199 firme: ci riesci questa settimana?
Condividi o modifica ora la tua petizione: https://secure.avaaz.org/it/petition/ai_Capi_di_Stato_salviamo_le_vittime_dal_nazismo_della_Sharia/edit/
Alla prossima settimana,
il team Petizioni della Comunità di Avaaz
=================
Cari avaaziani, MAOMETTO PRIMA TI STUPRA, E POI TI CONDANNA! ] ALLAH PUTTANA TROIA DEL GUFO JABULLON [ Ancora mi ricordo la telefonata di Renata di qualche tempo fa e la voglio condividere con voi.
Mi ha detto: “Quando ho saputo che era libera, ho cominciato a saltare per tutta la casa gridando ‘è salva! è salva!’, ero emozionatissima e felice come una bambina. Ho chiamato mio marito, l’ho abbracciato, ci siamo messi a ballare. Non avevo idea di quanto una persona sola possa fare per cambiare le cose!”
Renata si riferiva alla storia di Hannah*, una donna austriaca arrestata a Dubai dopo aver denunciato uno stupro, perché accusata di ‘sesso fuori dal matrimonio’! Quando Renata ha letto la notizia sui giornali, si è sentita “disgustata e arrabbiata. Poi ho pensato ad Avaaz. Ho pensato che potevo fare qualcosa, coinvolgere altre persone”.
La sua petizione al ministro degli Esteri austriaco ha superato le 150mila firme in un giorno e in un attimo è diventata uno dei titoli principali di media nazionali e mondiali. Dopo sei settimane in cui non aveva fatto nulla, il ministro ha inviato di corsa una squadra di negoziatori a Dubai, e tre giorni dopo il lancio della petizione Hannah è stata liberata: il suo incubo era finito!
Usando il sito delle petizioni della comunità chiunque può fare lo stesso. Clicca qui sotto, e contribuisci a far ‘saltare dalla felicità’ tanti altri avaaziani in tutto il mondo :)
http://www.avaaz.org/it/petition/start_a_petition/?cl=8440624536&v=63960&source=recruit
===============
AI DUE COGLIONI CANCEROGENI DI SATANA: BUSH 322 KERRY, CHE ROTHSCHIL è IL PREPUZIO PENE 666 SPA FMI, quello che è stato rubato ad un cadavere, e riciclato con la chirurgia plastica ] il vostro Satana è troppo stupido, manca di fantasia, è sempre prevedibile! lol. sono contento che non avete ancora messo nel bidone di acido solforico il vostro culturista! ] ma, tu dello Spirito Santo? lui non è prevedibile: infatti, è scritto: è come il vento: "nessuno sa da dove viene, e nessuno sa dove EGLI va", neanche Unius REI lo sa, o lo vede! Devi sentire il suo soffio e seguirlo, ma, gli uomini carnali non lo possono sentire! Quelli che non sentono il vento dello Spirito SANTO? tutti loro bruceranno all'inferno!

la fica passera giusta per satana oggi? è la SHARIA di Erdogan SALMAN l'assassino allah Akbar ] [ open letter AI DUE COGLIONI CANCEROGENI DI SATANA: BUSH 322 KERRY, CHE ROTHSCHIL è IL PREPUZIO PENE 666 SPA FMI, quello che è stato rubato ad un cadavere, e riciclato con la chirurgia plastica ] perché del buco schifoso di OBAMA GENDER? anche a satana gli fa schifo!
Allah sharia califfato è la vagina troia del Gufo NATO CIA NSA NWO al Bohemian Grove: quella è gente che beve sangue umano! ] [ Due giornalisti britannici che lavorano per Vice News sono stati fermati ieri dalla polizia turca nella provincia sudorientale di Diyarbakir mentre stavano filmando alcuni scontri tra forze di sicurezza di Ankara e membri del Pkk curdo. Lo riferiscono fonti della sicurezza turca, citate dall'agenzia di stampa Cihan. Il reporter Jake Hanrahan e il cameraman Philip Pendlebury sono stati fermati con il loro interprete locale con l'accusa di non essere accreditati presso il governo di Ankara.
==========
tutte le elezioni del sistema massonico Bildenberg sono nulle, perché i popoli non sanno nulla del SIGNORAGGIO BANCARIO! questo del sistema dei partiti SPA Banche Centrali è alto tradimento è roba da corte marziale! ] ATENE, 28 AGO - L'elettorato greco, come dimostra un nuovo sondaggio, è molto indeciso, mentre si assottiglia il vantaggio di Syriza. Alla domanda per chi intendono votare alle prossime elezioni, gli intervistati hanno risposto "Non ho ancora deciso" il 25,5%; Syriza 23%; Nuova Democrazia 19,5%; Alba Dorata (estrema destra) 6,5%; Partito comunista (Kke) 5%; Pasok (socialista) 4,5%; To Potami (Il Fiume, centro) 4%; Unione Popolare (sinistra radicale) 3,5%. Alexis Tsipras rimane il leader politico più popolare.
=========
perché, tu non vieni a vedere il quadro di Santa Maria di LEUCA? è un frammento, del volto della VERGINE, che non si incendiò, era parte di un grande arazzo, che i turchi buttarono nel fuoco! i turchi hanno fatto il genocidio dei bizantini, degli armeni, dei martiri di Otranto, ed il genocidio di tante innocenti persone, fedifraghi, denigratori di ogni giuramento, la bestia del loro demonio Allah, è lo spirito del falso profeta Maometto l'assassino! ] [ MILANO, 28 AGO - Ultime ore a Milano, oggi, per Benjamin Netanyahu e consorte, in visita privata da ieri in occasione di Expo 2015. Dopo un serrato programma di incontri, ieri, al sito espositivo, oggi il premier israeliano si è concesso una pausa da 'turista' visitando il Cenacolo di Leonardo da Vinci nella basilica dominicana di Santa Maria delle Grazie.
===========
ALLAH è LA CAGNA DI SATANA BAAL MARDUK JABULLON ] quando sarà rimossa la sharia, e verranno riconosciuti tutti i crimini di Maometto? poi, Allah potrà diventare un Dio per bene! forse, vedremo! [ Voglio semplicemente copiare qui sotto la lettera che Asia Bibi ha indirizzato a tutti i sottoscrittori di CitizenGO che, da ogni parte del mondo, hanno fatto sentire la loro voce per sostenerla e chiedere alle autorità pakistane un processo equo e giusto e la fine delle persecuzioni religiose contro i cristiani. La lettera è stata scritta qualche giorno fa, subito dopo la conclusione del processo d'appello che ha sospeso la condanna a morte della donna. Una sentenza resa possibile anche dalla campagna di informazione sul caso di Asia Bibi portato avanti da noi di CitizenGO e da molte altre associazioni in tutto il mondo, dalle petizioni e raccolte di firme, dalla testimonianza del documentario "Libertà per Asia Bibi”, prodotto da CitizenGO, che è stato accolto come prova durante il processo. Ecco cosa scrive Asia:
Non ho parole per esprimere il mio sentimento di gratitudine. So che sei con me in questa situazione critica che vivo da sei anni. So che i membri di CitizenGO stanno pregando, mobilitandosi e facendo tutto il possibile per tirarmi fuori di questo caso, nel quale sono stata coinvolta senza ragione.
Dio Onnipotente è lì per rispondere alle vostre preghiere e tutti gli sforzi che si stanno ancora facendo per me e per la mia famiglia. Sono molto grata che avete fatto conoscere la mia storia attraverso il film documentario sul mio caso e la mobilitazione internazionale che si è scatenata.
Io sono innocente e non ho fatto nulla di male, non ho mai voluto che la mia famiglia dovesse passare attraverso tali circostanze terribili, soprattutto le mie giovani figlie Esha e Eisham, che erano così piccola, allora.
Sono senza parole, posso solo esprimere l'auspicio che presto sarò in grado di abbracciare per ringraziarvi del mio rilascio, presto sarò con voi, per grazia del Signore. Non vedo l'ora di sentire di nuovo il sole e il freddo e vedere il cielo, le stelle, la luna! Vi chiedo di continuare a pregare per me da questa oscurità, così che io possa essere con voi al sole.Come hai letto, Asia scrive proprio a noi di CitizenGO. Anzi, nel ringraziare tutti coloro che si sono mobilizzati per lei, scrive proprio a te, lorenzo. Non è un'esagerazione: senza il tuo contributo, e quello degli altri sottoscrittori di CitizenGO, nulla di ciò che facciamo sarebbe possibile. Forse anche il processo ad Asia Bibi avrebbe preso una direzione diversa, a cui non voglio neanche pensare.
Nonostante l'annullamento della pena di morte e l'opzione della scarcerazione, Asia ha deciso di rimanere in prigione per evitare violenze e vendette (è stata persino fissata una taglia sulla sua testa da parte di alcuni gruppi islamisti radicali).
C'è ancora molto da fare, per dare piena giustizia ad Asia Bibi e permetterle di tornare a vivere liberamente e in pace con la sua famiglia, non dobbiamo smettere di farci sentire: tra poco sarà disponibile la versione doppiata in italiano del documentario, che distribuiremo e proporremo alle maggiori televisioni. Vogliamo diffondere il più possibile la storia di Asia Bibi, creare consapevolezza tra l'opinione pubblica occidentale e, così, chiedere con forza alle autorità pakistane un processo equo e la fine delle persecuzioni religiose contro i cristiani. Si tratta dell'unica cosa che possiamo fare.
Nell'attesa della versione estesa del documentario doppiato in italiano, ti invito a guardare il trailer e a condividerlo con quante più persone possibili. https://www.youtube.com/watch?v=9-eFtBSlR0c
Grazie ancora di cuore per il tuo impegno nelle nostre iniziative.
==============
i satanisti farisei massoni Darwin gender abominazione ideologia Sodoma, SpA Fmi di Bildenberg e Gezabele II? LORO APPROVANO è EVIDENTE, ECCO Perché LORO SONO STATI ABORTITI DAL REGNO DI DIO! ]
Condanna a morte indiretta per un bimbo di un anno in Gran Bretagna
I genitori, con problemi mentali, hanno acconsentito a non farlo curare nel caso in cui le sue condizioni si aggravassero
===========
OPINION: Should Netanyahu End Israel’s Fight with IMAM Obama CALIFFO SHARIA ALLAH AKBAR?
==================
Nearly 200 Former US Military Leaders Urge Congress to Reject Iran Nuclear Deal.
The battle for Congress’ vote on the Iran nuclear deal wages on. Some 200 former US military leaders stated opposition to the accord, saying it threatens national security.
A group of nearly 200 retired generals and admirals sent a letter to Congress on Wednesday urging American lawmakers to reject the Iran nuclear agreement, saying it threatens national security, the Washington Post reports.
Supporters and opponents of the deal are waging a vigorous battle over the votes of congressmen, who are slated to vote next month on the deal secured by President Barack Obama, which is perceived by his backers as the crown jewel of his foreign policy. In the latest development, retired senior military officers, including many who had worked in the White House during various administrations dating back to the 1980s, penned a letter addressed to Republican and Democratic leaders in the Senate and the House. The letter is a response to a previous one sent last week by three dozen retired senior military officers expressing support for the deal, the Post explains.
“The agreement will enable Iran to become far more dangerous, render the Mideast still more unstable and introduce new threats to American interests as well as our allies,” Wednesday’s letter states.
“In our judgment as former senior military officers…removing sanctions on Iran and releasing billions of dollars to its regime over the next ten years is inimical to the security of Israel and the Middle East,” it continues.
Citing issues such as limited inspections, Iran’s tendency to violate agreements and the fact that the deal does not completely stop Iran from acquiring a bomb, the letter states that “the JCPOA [nuclear agreement] would threaten the national security and vital interests of the United States and, therefore, should be disapproved by the Congress.”
"In summary, this agreement will enable Iran to become far more dangerous, render the Mideast still more unstable and introduce new threats to American interests as well as our allies. In our professional opinion, far from being an alternative to war, the Joint Comprehensive Plan of Action makes it likely that the war the Iranian regime has waged against us since 1979 will continue, with far higher risks to our national security interests. Accordingly, we urge the Congress to reject this defective accord,” the letter concludes.
‘Most Dangerous Nuclear Accord in US History’
The signatories include retired generals and flag officers from every branch of service. One is retired Lt. Gen. William G. “Jerry” Boykin, who was deputy undersecretary of defense for intelligence under President George W. Bush and is now executive vice president of the Family Research Council.
Retired Vice Adm. John Poindexter also fixed his name to the missive as well as retired Maj. Gen. Richard Secord, who were involved in the Iran-Contra affair during the Reagan administration, according to which arms were sold to Iran, in violation of the arms embargo, in order to fund the Contra rebels in Nicaragua.
Many of the letter’s signatories served in the White House under both Democratic and Republian administrations. “The only thing they appear to have in common is that they consider the Iran nuclear deal a threat to US interests in the region and its own national security,” the Post states.
Leon A. “Bud” Edney, a retired admiral who served as vice chief of naval operations, initiated the letter after reading the previous one written by other retired officers in support of the agreement.
Retired Air Force Lt. Gen. Thomas McInerney. (Wikipedia)
“I looked at the letter they published and thought it was very weak,” Edney is quoted as saying by the Post. “I just don’t agree with it.” He passed the letter on to colleagues, who shared it with others. The number of signatories to the responding letter almost doubled between Tuesday afternoon and Wednesday morning.
“I don’t think this letter will sway anything,” Edney conceded. “It’s just the opinion of people who have served their country. It’s an alternative view to what I consider a very weak letter put out by the administration, implying generals and admirals support this agreement. But I don’t think it will have any impact.”
Retired Air Force Lt. Gen. Thomas McInerney, who was vice commander of US Air Forces in Europe, said he considers the agreement “the most dangerous nuclear accord in US history.” “What I don’t like about this is, the number one leading radical Islamic group in the world is the Iranians,” he said. “They are purveyors of radical Islam throughout the region and throughout the world. And we are going to enable them to get nuclear weapons. Why would we do that?” McInerney said he believes that most retired general officers do not support the agreement but that not all agreed to sign the letter, fearing negative career repercussions. By: United with Israel Staff
==============
tutti questi nazisti islamici sharia, maniaci religiosi, assassini seriali LEGA ARABA, protetti da ONU USA UE, Califfo IMAM OBAMA OSAMA GENDER? devono essere sterminati! ] [ WATCH: US Denies that Iran’s Parchin is a Nuclear Site. In a shocking development, the US State Department now says that Iran’s Parchin is a non-nuclear military site. Recently, the US intelligence community told the US Congress of evidence that Iran was “sanitizing” its Parchin military site of nuclear activity. This occurred right after Iran signed the nuclear deal with world powers. It is shocking to hear State Dept spokesman John Kirby deny the evidence of nuclear activity at Parchin. Watch how Kirby wiggles out of answering why Parchin was included in IAEA nuclear energy report on Iran.
===========
TACT NOW! Protest Norway Boycott of Film on Disabled Israeli Children. he Human Rights Human Wrongs film festival in Norway has refused to screen an Israeli film focusing on disabled Israeli children. This is a blatant anti-Semitic move and the organizers must be condemned for this decision. Help us change their minds by protesting!
Norwegian documentary festival, Human Rights Human Wrongs, has refused to screen an Israeli film that focuses on the lives of disabled children in Israel. Ketil Magnussen, CEO of Oslo Dokumentarkino, the organization that hosts the festival, said in an email to Israeli film director Roy Zafrani that he would not accept a film unless the film was about the ”illegal occupation” or the Israeli blockade of Gaza or discrimination against Palestinians.
Magnussen wrote on Facebook that he signed a petition supporting the boycott against Israel three years ago and was opposed to Israeli policies toward Palestinians. He also wrote that although his decision was not about an individual filmmaker or film, the aims of the boycott were right.
United with Israel recently published a story about the Norway film festival boycott, which explains the issue in further detail.
Protest the festival’s anti-Semitic boycott! Please email or call Mr. Magnussen. Here is a sample letter: “I strongly oppose your decision to reject Zafrani’s film on disabled Israeli children. If your festival refuses to feature films of children in Israel, then you are guilty of the very same discrimination you falsely claim Israel has committed. I urge you to reconsider and correct your woeful mistake.”
Click here to email Mr. Magnussen. Phone: +47 95-18-51-09.
Thank you!!! Please fill out the form below and let us know what you’ve done to help!
http://unitedwithisrael.org/act-now-protest-norway-film-festival-boycott-of-israeli-documentary/ [ perché fanno link lunghi più di 2km? Perché IL SISTEMA MASSONICO HA DETTO AD ISRAELE: "è COSì CHE TU DEVI FARE, I TUOI LINK NON DEVONO ESSERE REPLICATI, COPIATI DIFFUSI!
============
Terrorists Firebomb Border Police Vehicle in Jerusalem. Terrorist forces threw a firebomb at a Border Police vehicle in the neighborhood of A-Tur in eastern Jerusalem Wednesday, and succeeded in setting it ablaze. The policemen who were inside the vehicle managed to escape with their lives but one of them, aged 23, suffered smoke inhalation and was hospitalized in light condition at Shaare Tzedek Hospital. The vehicle burned up almost completely. A second vehicle also caught fire and burned up, and an electrical pole was damaged. Arab terror forces also tried to prevent a firefighting team from reaching the scene, and pelted it with rocks. However, the team reached the location with assistance from security forces. The Jerusalem Fire Department spokesman said that a report was received at 9:50 PM regarding a Border Police jeep and another vehicle by means of a firebomb. Four firefighting crews that were sent to the location encountered a serious disturbance of the peace that included rock throwing on a massive scale toward the forces.”
Watch Here. "Despite the danger and because there was a concern that people had been trapped in the vehicles and nearby homes, the forces entered under a hail of rocks, and began to extinguish the vehicles that had caught fire, and preventing the fire from spreading to nearby homes. The residents of homes next to the blaze were evacuated, out of concern for their safety, due to heavy smoke from the fire that entered the homes.” Shalom Zaarur, who commanded the forces on the scene, added that ammunition and riot dispersal gear blew up in the course of putting out the fire, but the forces kept working to put it out. The explosions can be heard in the embedded video, which was shot by local Arabs.
Source: Artuz Sheva

MA SE SONO MASSONI, FALLITI O NON FALLITI, SEMPRE, IL MAMMA SISTEMA MONDIALISTA USUROCRATICO SPA FMI GEZABELE II? NON LI PUò ABBANDONARE! ] 666 A TUTTI [ Camera dei Lord, 45 nuovi membri. Polemiche sui media. Telegraph, 'tra loro adulatori e deputati falliti'
L'ESCALATION DEI MASSACRI - Ad arginare la "guerra santa" non è servito neppure il siluramento a metà gennaio di tutti i vertici militari sostituiti dal presidente nigeriano perché incapaci di fermare la furia di Boko Haram contro la minoranza cristiana del nord-est. L'offensiva lanciata in maggio per riportare sotto controllo gli Stati di Borno Adamawa e Yobe tutti e tre in stato di emergenza non dà risultati. La dinamica dell'ultimo massacro 4 giorni fa che aveva provocato una quarantina di morti era stata simile. E il 27 gennaio la violenza integralista si era abbattuta su una chiesa - più di venti morti - e contro un altro villaggio sempre nel nord-est. Ancora ieri centinaia di abitanti della città di Bama attaccata a più riprese sono scappati verso Maiduguri per paura di un ennesimo raid. Ad essi si sono aggiunti oggi i fuggiaschi di Izghe che attraversano a piedi la boscaglia rischiando un nuovo massacro.
16 febbraio 2014©RIPRODUZIONE RISERVATA
[Esplora il significato del termine: nello stato nord-orientale di Yobe Nigeria: Boko Haram attacca collegio Più di 40 morti tra gli studenti Molte delle vittime tra gli 11 e i 18 anni sono morte tra le fiamme appiccate all'edificio altri sgozzati mentre fuggivano di Redazione online 2 Nigeria shadow Miliziani islamisti di Boko Haram hanno attaccato un collegio nel nord-est della Nigeria uccidendo più di 40 studenti. Lo hanno riferito fonti della polizia. Molte delle vittime sono morte tra le fiamme appiccate all'edificio che è stato completamente raso al suolo. Altri sono stati sgozzati mentre scappavano. Secondo quanto riportato dal portavoce delle forze armate Lazarus Eli l'attacco contro il collegio a Buni Yadi un istituto che ospita ragazzi tra gli 11 e i 18 anni di età nello stato nord-orientale di Yobe è avvenuto intorno alle 2 del mattino. Uomini armati «hanno aperto il fuoco contro lo studentato» ha aggiunto specificando di non essere in grado al momento di dare un bilancio delle vittime in quanto i soldati stanno ancora recuperando i corpi. 25 febbraio 2014 12:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA] nello stato nord-orientale di Yobe
Nigeria: Boko Haram attacca collegio. Più di 40 morti tra gli studenti
Molte delle vittime tra gli 11 e i 18 anni sono morte tra le fiamme appiccate all'edificio altri sgozzati mentre fuggivano. di Redazione online. Nigeria. Miliziani islamisti di Boko Haram hanno attaccato un collegio nel nord-est della Nigeria uccidendo più di 40 studenti. Lo hanno riferito fonti della polizia. Molte delle vittime sono morte tra le fiamme appiccate all'edificio che è stato completamente raso al suolo. Altri sono stati sgozzati mentre scappavano. Secondo quanto riportato dal portavoce delle forze armate Lazarus Eli l'attacco contro il collegio a Buni Yadi un istituto che ospita ragazzi tra gli 11 e i 18 anni di età nello stato nord-orientale di Yobe è avvenuto intorno alle 2 del mattino. Uomini armati «hanno aperto il fuoco contro lo studentato» ha aggiunto specificando di non essere in grado al momento di dare un bilancio delle vittime in quanto i soldati stanno ancora recuperando i corpi.25 febbraio 2014 12:19. ©RIPRODUZIONE RISERVATA
[Esplora il significato del termine: spending review «Un piano per tagliare 200 commissariati» La protesta delle forze dell'ordine: sicurezza a rischio. «Stop al blocco degli stipendi» di FIORENZA SARZANINI 124 6 Governo (Fotogramma) (Fotogramma) shadow ROMA Esiste un piano segreto «che prevede tagli molto più pesanti di quelli annunciati». La denuncia arriva dal Sap il sindacato autonomo di polizia e riguarda almeno 200 commissariati che potrebbero essere chiusi nei prossimi due anni. Rilancia dunque i timori per le «gravi conseguenze in questo settore» causate dalla spending review voluta dal governo. Rischi per la sicurezza confermati dal comandante generale della Guardia di Finanza Saverio Capolupo che nella relazione depositata due giorni fa presso la commissione Finanze del Senato evidenzia le criticità e avverte: «Tra il 2009 e il 2013 sono stati chiusi 72 reparti e risparmiati oltre 15 milioni di euro ma è necessario mantenere inalterate le potenzialità del dispositivo operativo per corrispondere al meglio alle crescenti istanze di equità della società civile che passano anche attraverso un sempre più efficiente contrasto all'evasione ed elusione fiscale alle frodi e alle altre forme di criminalità economica e finanziaria». Mentre la "base" delle forze dell'ordine protesta e chiede anche lo sblocco degli stipendi i vertici mettono in guardia dalla possibilità che un progetto non articolato di riduzione di mezzi e uomini possa far abbassare il livello di attenzione. Non a caso il generale Capolupo sottolinea i dati ottenuti dalle Fiamme Gialle nel 2013«recupero di 55 miliardi di euro di evasione fiscale sequestri per 45 miliardi di danno erariale e rientro di 5 miliardi per gli sprechi nella spesa pubblica» e ricorda come «il progetto di ottimizzazione delle risorse dovrà servire a migliorare con una tecnologia più avanzata l'attività di contrasto all'immigrazione clandestina e ai traffici illeciti via mare». Del resto nel novembre Il ministero dell'Interno assicura che i commissariati a rischio sono soltanto undici scorso era stato il capo della polizia Alessandro Pansa a lanciare l'allarme: «Non è pensabile che noi possiamo offrire lo stesso servizio di sicurezza al cittadino che offrivamo qualche anno fa con 15 mila poliziotti 15 mila carabinieri e migliaia di finanzieri in meno. E con la riduzione delle risorse. È pacifico che in questo momento noi stiamo offrendo un servizio di sicurezza inferiore al passato». Quattro mesi sono trascorsi e ben più grave è il "taglio" che viene sollecitato. Il progetto già trasmesso a prefetti e questori che per legge devono esprimere il proprio parere prevede la chiusura di 267 presidi con una diminuzione di almeno 40mila uomini in due anni. E potrebbe non essere sufficiente. Secondo il segretario nazionale del Sap Gianni Tonelli «la mannaia si sta per abbattere adesso su circa 200 commissariati cittadini e sullo stop totale alle assunzioni che ci porterà in due anni ad avere 60.000 operatori in meno tra tutte le forze dell'ordine». Il Viminale smentisce assicura che «i commissariati a rischio sono soltanto undici». Ma si tratta di una versione che non appare convincente anche perché nella richiesta di parere trasmessa alle prefetture viene evidenziato come «ogni eventuale variante comporta necessariamente una ineludibile rivisitazione dell'intero progetto». Un invito più che esplicito a non esprimere parere contrario tanto che il Sap ha già chiesto di «invalidare la procedura visto che il giudizio espresso è chiaramente non libero». Anche sulle retribuzioni si è aperta la battaglia. Il blocco degli stipendi deciso nel 2011 ha infatti causato la situazione paradossale per cui «due funzionari di polizia o ufficiali dell'Arma o della Finanza a parità di grado e funzioni svolte posso percepire una busta paga diversa: quello promosso ma sottoposto a blocco stipendiale guadagna meno rispetto a quello promosso prima del blocco che svolge la sua stessa funzione». Ma ancor più assurda è la situazione che porta a far guadagnare un sottoposto più del superiore se quest'ultimo proprio per effetto del blocco non ha potuto godere degli aumenti previsti in situazioni di normalità. «In questo modo avvertono i rappresentanti delle forze dell'ordine viene meno il principio fondamentale per cui il lavoratore ha diritto a una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità della propria attività ma soprattutto si azzera la meritocrazia con evidenti conseguenze anche sul rendimento operativo». © RIPRODUZIONE RISERVATA 21 marzo 2014 07:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA] spending review
«Un piano per tagliare 200 commissariati»
La protesta delle forze dell'ordine: sicurezza a rischio. «Stop al blocco degli stipendi». di FIORENZA SARZANINI Governo. 49% Indignato. ROMA Esiste un piano segreto «che prevede tagli molto più pesanti di quelli annunciati». La denuncia arriva dal Sap il sindacato autonomo di polizia e riguarda almeno 200 commissariati che potrebbero essere chiusi nei prossimi due anni. Rilancia dunque i timori per le «gravi conseguenze in questo settore» causate dalla spending review voluta dal governo. Rischi per la sicurezza confermati dal comandante generale della Guardia di Finanza Saverio Capolupo che nella relazione depositata due giorni fa presso la commissione Finanze del Senato evidenzia le criticità e avverte: «Tra il 2009 e il 2013 sono stati chiusi 72 reparti e risparmiati oltre 15 milioni di euro ma è necessario mantenere inalterate le potenzialità del dispositivo operativo per corrispondere al meglio alle crescenti istanze di equità della società civile che passano anche attraverso un sempre più efficiente contrasto all'evasione ed elusione fiscale alle frodi e alle altre forme di criminalità economica e finanziaria».
Mentre la "base" delle forze dell'ordine protesta e chiede anche lo sblocco degli stipendi i vertici mettono in guardia dalla possibilità che un progetto non articolato di riduzione di mezzi e uomini possa far abbassare il livello di attenzione. Non a caso il generale Capolupo sottolinea i dati ottenuti dalle Fiamme Gialle nel 2013«recupero di 55 miliardi di euro di evasione fiscale sequestri per 45 miliardi di danno erariale e rientro di 5 miliardi per gli sprechi nella spesa pubblica» e ricorda come «il progetto di ottimizzazione delle risorse dovrà servire a migliorare con una tecnologia più avanzata l'attività di contrasto all'immigrazione clandestina e ai traffici illeciti via mare». Del resto nel novembre
Il ministero dell'Interno assicura che i commissariati a rischio sono soltanto undici
scorso era stato il capo della polizia Alessandro Pansa a lanciare l'allarme: «Non è pensabile che noi possiamo offrire lo stesso servizio di sicurezza al cittadino che offrivamo qualche anno fa con 15 mila poliziotti 15 mila carabinieri e migliaia di finanzieri in meno. E con la riduzione delle risorse. È pacifico che in questo momento noi stiamo offrendo un servizio di sicurezza inferiore al passato».
Quattro mesi sono trascorsi e ben più grave è il "taglio" che viene sollecitato. Il progetto già trasmesso a prefetti e questori che per legge devono esprimere il proprio parere prevede la chiusura di 267 presidi con una diminuzione di almeno 40mila uomini in due anni. E potrebbe non essere sufficiente. Secondo il segretario nazionale del Sap Gianni Tonelli «la mannaia si sta per abbattere adesso su circa 200 commissariati cittadini e sullo stop totale alle assunzioni che ci porterà in due anni ad avere 60.000 operatori in meno tra tutte le forze dell'ordine».
Il Viminale smentisce assicura che «i commissariati a rischio sono soltanto undici». Ma si tratta di una versione che non appare convincente anche perché nella richiesta di parere trasmessa alle prefetture viene evidenziato come «ogni eventuale variante comporta necessariamente una ineludibile rivisitazione dell'intero progetto». Un invito più che esplicito a non esprimere parere contrario tanto che il Sap ha già chiesto di «invalidare la procedura visto che il giudizio espresso è chiaramente non libero».
Anche sulle retribuzioni si è aperta la battaglia. Il blocco degli stipendi deciso nel 2011 ha infatti causato la situazione paradossale per cui «due funzionari di polizia o ufficiali dell'Arma o della Finanza a parità di grado e funzioni svolte posso percepire una busta paga diversa: quello promosso ma sottoposto a blocco stipendiale guadagna meno rispetto a quello promosso prima del blocco che svolge la sua stessa funzione». Ma ancor più assurda è la situazione che porta a far guadagnare un sottoposto più del superiore se quest'ultimo proprio per effetto del blocco non ha potuto godere degli aumenti previsti in situazioni di normalità. «In questo modo avvertono i rappresentanti delle forze dell'ordine viene meno il principio fondamentale per cui il lavoratore ha diritto a una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità della propria attività ma soprattutto si azzera la meritocrazia con evidenti conseguenze anche sul rendimento operativo».
©RIPRODUZIONE RISERVATA. 21 marzo 2014. Cristiani uccisi nel mondo: uno ogni cinque minuti
di Massimo Introvigne
La scorsa settimana nella mia qualità di Rappresentante dell'OSCE (Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa) per la lotta al razzismo alla xenofobia e all'intolleranza e discriminazione contro i cristiani sono stato relatore a un grande evento organizzato dalla Presidenza ungherese dell'Unione Europea al Castello Reale di Gödöllo presso Budapest sul tema del dialogo interreligioso fra cristiani ebrei e musulmani. Vi hanno partecipato fra l'altro il cardinale Péter Erdö presidente dei vescovi europei il custode di Terrasanta padre Pierbattista Pizzaballa l'arcivescovo Antonio Maria Vegliò presidente del Pontificio Consiglio per i Migranti l'arcivescovo maronita di Beirut Paul Matar il metropolita Hilarion "ministro degli esteri" della Chiesa Ortodossa Russa il rappresentante del Congresso Ebraico Europeo Gusztáv Zoltai quello dell'Organizzazione della Conferenza Islamica Ömür Orhun il segretario generale del Comitato per il dialogo islamo-cristiano in Libano Hares Chakib Chehab.
Dal mio intervento e dalla discussione che ne è seguita i giornalisti presenti hanno ricavato soprattutto la mia affermazione secondo cui ogni anno i cristiani uccisi nel mondo per la loro fede sono 105.000 uno ogni cinque minuti. Come avviene nell'epoca di Internet dalle auree volte del Castello Reale di Gödöllo la citazione è rimbalzata su quotidiani e siti di tutti i continenti. È certamente servita a risvegliare le coscienze sul tema dei cristiani perseguitati. Di questo sono molto contento: sono all'OSCE per questo. Ma – com'è naturale – una minoranza di coloro che hanno riferito la notizia ha sollevato dubbi su una cifra che a prima vista può sembrare eccessiva. In Italia si è distinta per un'ironia fuori luogo quando si parla di morti la solita UAAR l'Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti. In queste reazioni c'è già di per sé una lezione: si sottovaluta talmente il problema dei cristiani perseguitati che le cifre – quando sono citate – sembrano a prima vista incredibili.
Da dove vengono dunque le statistiche che ho citato in Ungheria? La base è costituita dai lavori del principale centro mondiale di statistica religiosa l'americano Center for Study of Global Christianity diretto da David B. Barrett che pubblica periodicamente la notissima World Christian Encyclopedia e l'Atlas of Global Christianity. I lavori di Barrett e del suo centro sono i più citati nel mondo accademico e non solo per le statistiche internazionali sui membri delle diverse religioni. Nel 2001 Barrett e il suo collaboratore Todd M. Johnson iniziarono a raccogliere statistiche anche sui martiri cristiani. Nella loro importante opera World Christian Trends AD 30 – AD 2200 (William Carey Library Pasadena 2001) cercarono di calcolare il numero totale di martiri cristiani – e per la verità anche di altre religioni – nei primi due millenni cristiani fino all'anno 2000.
Naturalmente Barrett e Johnson avevano anzitutto bisogno di una definizione di martiri cristiani. Sceslero "credenti in Cristo che hanno perso la loro vita prematuramente nella situazione di testimoni come risultato dell'ostilità umana". Avvertivano che perdere la propria vita "nella situazione di testimoni" non implica alcun giudizio sulla santità personale del martire ma comporta che sia stato ucciso perché cristiano non come vittima di una guerra o di un genocidio con motivazioni prevalentemente politiche o etniche e non religiose. Il volume del 2001 concludeva che i martiri cristiani nei primi due millenni erano stati circa settanta milioni di cui quarantacinque milioni concentrati nel solo secolo XX. Una robusta parte metodologica che – aggiungo – è uscita semmai rafforzata da dieci anni di discussione sul volume spiegava i criteri di calcolo adottati.
Da allora Barrett e Johnson hanno aggiornato annualmente i loro calcoli senza modificare criteri e definizioni. Negli anni 2000 il numero di martiri è cresciuto fino a raggiungere verso la metà del decennio il tasso allarmante di 160.000 nuovi martiri all'anno. Nel 2010 – come spiegano in un articolo intitolato "Christianity 2011: Martyrs and the Resurgence of Religion" pubblicato sul numero di gennaio 2011 (vol. 35 n. 1) della rivista del loro centro l'"International Bulletin of Missionary Research" – il numero di martiri è diminuito rispetto alla metà del decennio precedente principalmente perché "la persecuzione dei cristiani nel Sud del Sudan si sta placando come effetto degli effetti degli accordi di pace nel 2005". Tuttavia rimangono o si aggravano altri focolai di martirio in particolare la Repubblica Democratica del Congo e la Corea del Nord. Considerati questi fattori una stima prudenziale per il 2011 che Barrett e Johnson propongono "con fiducia" è di circa "centomila martiri in un anno".
Questa cifra è considerata eccessivamente prudente in un volume importante che mi propongo di recensire in altra occasione per i lettori della Bussola Quotidiana "The Price of Freedom Denied" dei sociologi statunitensi Brian J. Grim e Roger Finke (Cambridge University Press Cambridge 2011) dove la teoria sociologica detta dell'economia religiosa è applicata allo studio statistico delle persecuzioni religiose e delle loro conseguenze sociali. Grim e Finke citano altri dati secondo cui il numero di martiri cristiani che perdono la vita ogni anno potrebbe essere più alto fra 130.000 e 170.000.
Nel mio intervento di Budapest ho voluto adottare una revisione minima della stima di Barrett e Johnson supponendo che dalle 100.000 vittime circa del 2010 si passi a 105.000 nel 2011: una cifra molto minore di quella proposta da Grim e Finke. 105.000 morti all'anno significano fra 287 e 288 morti al giorno e dodici all'ora cioè uno ogni cinque minuti. Può darsi che si debba seguire la stima più bassa di Barrett e Johnson e che i minuti siano cinque e mezzo anziché cinque. O che abbiano ragione invece Grim e Finke e muoia un cristiano ogni quattro minuti non ogni cinque. La linea di tendenza rimane comunque spaventosa.
Se non si gridano al mondo le cifre della persecuzione dei cristiani se non si ferma la strage se non si riconosce che la persecuzione dei cristiani è la prima emergenza mondiale in materia di violenza e discriminazione religiosa il dialogo tra le religioni e le culture produrrà solo bellissimi convegni ma nessun risultato concreto. Chi nasconde le cifre forse semplicemente preferisce non fare nulla per fermare il massacro.
http://www.cesnur.org/2011/mi-cri.html
"Perché gli italiani sanno tutto di Renzi e non il fatto che in tre giorni sono sbarcati oltre 3 mila clandestini?" (Magdi Cristiano Allam Intervento nel Parlamento Europeo Bruxelles 20/3/2014)
Io Amo l'Italia. Mentre Renzi imita Cetto Laqualunque la Svizzera si compra i nostri migliori imprenditori
Consiglio a Matteo Renzi di telefonare alla signora Franca titolare della "Casa del pane" a Monselice in provincia di Padova che circa due mesi fa ha ricevuto una lettera dalla Camera di Commercio Svizzera con una inaspettata proposta di lavoro per il figlio. Andrea Drago avvocato e suo cliente ha appreso la notizia dalla signora Franca: "Nella lettera offrono a mio figlio di avviare un panetteria in Svizzera con un credito a tasso agevolato l'esenzione totale delle tasse per 5 anni una casa con affitto calmierato e in conto prezzo che potrà riscattare dopo 7 anni. È ovvio che abbiamo accettato". La "Casa del pane" è rinomata per un particolare tipo di grissino al sesamo richiesto dai migliori ristoranti e alberghi.
Ebbene la Svizzera che fa la corte a un panettiere di Monselice altro non è che la fase più recente degli acquisti a prezzo di saldi delle nostre migliori imprese degli artigiani dalla maestria ineguagliabile e dei cervelli che tutto il mondo ci invidia. Ormai chi può fugge all'estero per non essere condannato a morire in Italia. Dall'inizio della crisi nel 2008 ad oggi circa 830 gioielli dell'imprenditoria italiani sono passati in mano straniera. È il caso di Bulgari Gucci Fiorucci Fendi Zanussi Ducati...
di Magdi Cristiano Allam 17/03/2014 vivere senza l'euro
Il Piano economico dell'Ologramma Renzi: è il nuovo burattino che tutela l'interesse della Ue della Bce e del Fmi
vivere senza l'euro
Bollettino economico della Povera Italia: aumentano debito e interessi passivi diminuiscono consumi e credito
Maurottame: l'ex ministro della Difesa offende gli italiani costretti a morire da quest'Europa che lui difende